giovedì, Maggio 30, 2024

Scrivi un articolo

Pulire i vetri senza lasciare aloni: come fare?

Hai mai provato a pulire specchi, tavoli di vetro o finestre di vetro e poi scoprire di aver lasciato aloni, macchie e polvere? Non importa la quantità di prodotto che spruzzi sulla superficie e quanto strofini, sembra quasi impossibile pulire i vetri senza lasciare aloni.

Tuttavia, è importante sapere che è invece è possibile. E ancora meglio, il metodo corretto richiederà complessivamente meno tempo. Non tralasciate questa attività perché i vetri puliti, oltre a dare un senso di ordine e benessere al vostro ambiente, permettono alla luce di entrare e di brillare tutto ciò che vi circonda.

Con questo in mente, continua a leggere per imparare come pulire i vetri senza aloni in modo da poter pulire in modo più efficiente!

ALCUNI CONSIGLI PRIMA DI PULIRE I VETRI

Se avete intenzione di pulire i vetri di casa, prima di mettervi all’opera vi suggeriamo di stendere sul pavimento dei fogli di giornale o degli stracci. Questo vi consentirà di evitare che i prodotti per la pulizia possano andare sul pavimento, soprattutto se in parquet delicati, e lasciare delle macchie.

Altra cosa importante, prima di pulire le finestre, ricordatevi di valutare lo stato degli infissi. Se sono sporchi o ricoperti di polvere, dedicatevi prima alla loro pulizia. In questo modo lo sporco non si trasmetterà sul vetro pulito. In caso di infissi in legno, è consigliato pulirli con un panno leggermente umido ed evitare detergenti aggressivi. Per quanto riguarda invece gli infissi in pvc, è possibile utilizzare uno sgrassatore oppure del detersivo per stoviglie. Scopri qui come crearne uno!

pulire i vetri senza lasciare aloni

PROVA UN DETERGENTE FATTO IN CASA

Scoprirai che la maggior parte dei detergenti per vetri che ci sono in commercio potranno fare al caso tuo quando si tratta di pulire specchi, tavoli o finestre di vetro. Ma se non vuoi continuare ad acquistare il detergente per vetri, puoi provare a preparare il tuo detergente per vetri fai da te e conservarlo in un apposito contenitore con in altro l’erogatore spray. Tutto ciò di cui hai bisogno sono due cose che probabilmente hai già in casa:

  1. acqua distillata
  2. aceto bianco distillato

Si consiglia l’uso di acqua distillata perché l’acqua dura potrebbe essere la causa degli aloni e dello sporco residuo. L’acqua dura contiene un accumulo di minerali disciolti come calcio e magnesio, che sono i responsabili degli aloni. L’acqua distillata si può comodamente recuperare dal condizionatore, se ne avete uno in casa. Si tratta, infatti, dell’acqua raccolta nel processo di deumidificazione ed emessa poi come scarico.

Mischiando l’acqua distillata con l’aceto bianco in un rapporto 50/50, quindi metà dell’uno e metà dell’altro, otterrai un detergente non tossico e antibatterico a una frazione del prezzo di quelli che trovi in commercio.

ELIMINA GLI ASCIUGAMANI DI CARTA

Sapevi che gli asciugamani di carta potrebbero contribuire allo sporco residuo? La maggior parte degli asciugamani di carta lascia pelucchi che diventano evidenti su superfici lucide come specchi e tavoli in vetro. Invece, opta per l’uso di un panno in microfibra o di un tira acqua.

Se preferisci una soluzione ancora più economica, puoi utilizzare vecchi giornali o una maglietta pulita. Questi materiali non lasceranno pelucchi e puoi mettere la maglietta in lavatrice una volta finito. Tieni presente che i giornali non resistono bene all’umidità per molto tempo, quindi tienine una piccola pila vicino a te mentre pulisci il vetro.

INIZIA DALL’ALTO

Uno dei nostri migliori consigli per la pulizia del vetro è di iniziare dalla parte alta dello specchio o della finestra e procedere verso il basso. Dovresti farlo perché anche se il detergente cola, sarai in grado di asciugarlo in modo efficiente man mano che scendi.

Iniziare dall’alto consente di evitare perdite di tempo per ripassare parti dove hai già fatto la pulizia e che verrebbero sporcate nuovamente dal detergente che cola.

LA TECNICA GIUSTA

È spesso consigliato spruzzare il detergente per vetri direttamente sul panno in microfibra, sul giornale o sullo straccio anziché sul vetro. Il motivo è che in questo modo eviterai gocciolamenti che potrebbero lasciare aloni se non li asciughi rapidamente.

Dev’essere prestata maggiore attenzione alle finestre e agli specchi con cornici di legno. Il prodotto che cola sul legno nel tempo può deformarlo e danneggiarlo.

Spruzzare il prodotto sul vetro fa anche sì che se ne utilizzi più di quanto effettivamente necessario. Se si produce troppa schiuma mentre si pulisce il vetro, si è più propensi a lasciare aloni. Utilizzare una quantità minore di prodotto, applicato sul panno, ridurrà la probabilità di lasciare aloni. E anche lo spreco.

Inoltre, scoprirai che ne hai effettivamente bisogno di meno di quanto pensi per ottenere una lucentezza senza aloni.

LUCIDATURA CON PANNO ASCIUTTO

Quando si tratta di come pulire il vetro nel modo giusto, è importante ricordare che non sempre si otterrà una pulizia perfetta. Anche se hai utilizzato un panno in microfibra, acqua distillata e una piccola quantità di prodotto, potresti comunque notare la presenza di aloni residui.

Puoi lucidare quegli aloni passando un panno asciutto sopra di essi. Noterai che scompariranno rapidamente quando utilizzi movimenti leggeri e veloci sull’intera superficie del tavolo, dello specchio o della finestra. E il bello è che ciò richiede solo pochi secondi!

SPORCO INTESO, SUPERFICIE APPICCICOSA

A volte potresti trovare delle sostanze appiccicose che si attaccano al tuo tavolo in vetro, agli specchi o alle finestre. Utilizzare il detergente per vetri su queste sostanze non è una buona idea, poiché potrebbero spalmarsi sulla superficie e creare ancora più sporco. Utilizza un raschietto o uno sgrassatore da mettere su una spugna, prima di iniziare la pulizia. Attenzione a non graffiare il vetro utilizzando strumenti troppo aggressivi.

pulire i vetri senza lasciare aloni

COME PULIRE I VETRI SENZA ALONI: UTILIZZA LA TECNICA GIUSTA

Imparare come pulire i vetri senza aloni dipende dalla tua tecnica e dai prodotti che utilizzi. Assicurati di utilizzare un detergente per vetri commerciale o prova una combinazione di acqua distillata e aceto bianco.

Una volta che hai il prodotto pronto, utilizza un panno in microfibra, uno straccio in cotone o un giornale anziché asciugamani di carta. Spruzza il prodotto sul panno anziché sullo specchio per evitare gocciolamenti che dovrai asciugare. Nella maggior parte dei casi, otterrai una lucentezza senza aloni con uno sforzo minimo!

Per ottenere un buon effetto, utilizza movimenti circolari.

Se noti ancora aloni, puoi lucidarli con un panno in microfibra asciutto. Utilizza movimenti rapidi e leggeri.

Infine, bisogna tener conto che non tutti i giorni sono indicati per la pulizia dei vetri. In particolare, i vetri non andrebbero mai puliti nelle giornate di sole pieno in quanto il calore eccessivo fa asciugare troppo velocemente il detergente, senza lasciargli il tempo di agire in modo efficace. Inoltre, i raggi del sole disturbano la vista e potrebbero non farvi notare gli aloni. Anche le giornate di pioggia andrebbero evitate in quanto si rischia che i vetri si macchino a causa delle gocce di pioggia.

I PRODOTTI IN COMMERCIO PER LA PULIZIA DEI VETRI

Ma non hai tempo per preparare un detergente fatto in casa o non possiedi uno spruzzino dove metterlo, dai un’occhiata a questi prodotti specifici per la pulizia dei vetri che ti consentiranno di ottenere un ottimo risultato e vedere i tuoi vetri brillare.

Vuoi Modificare? Effettua il Login o Registrati!

Categorie