sabato, Giugno 22, 2024

Scrivi un articolo

Come pulire la lavatrice

Pulire la lavatrice è un’operazione che periodicamente è importante fare, per garantirvi un perfetto lavaggio dei vostri panni e per consentire all’elettrodomestico di durare a lungo nel tempo.

Entriamo nel dettaglio e capiamo perché è buona norma prendersi cura della propria lavatrice e quali metodi utilizzare per farlo.

PERCHÉ È NECESSARIO PULIRE LA LAVATRICE?

È importante farlo effettuare la pulizia della lavatrice per diversi motivi:

  1. Migliora l’efficienza: se la lavatrice è pulita e priva di accumuli di detersivo, funziona in modo più efficiente e risparmia energia.
  2. Prolunga la vita dell’apparecchio: se la lavatrice è pulita, è meno probabile che si verifichino problemi o malfunzionamenti a causa di accumuli di detersivo o di altre sostanze.
  3. Migliora la qualità del lavaggio: la pulizia regolare della lavatrice aiuta a rimuovere il calcare e gli accumuli di detersivo, che possono ostacolare la pulizia efficace dei vestiti.
  4. Evita gli odori sgradevoli: se la lavatrice non viene pulita regolarmente, può diventare un focolaio di cattivi odori. Pulendola, puoi eliminare questi odori e mantenere l’apparecchio fresco e profumato.

Inoltre, lavare la lavatrice è semplice e richiede solo pochi minuti di tempo. Ti consigliamo di farlo con una certa frequenza.

OGNI QUANTO VA PULITA LA LAVATRICE?

La frequenza con cui è necessario eseguire una pulizia della lavatrice dipende da diversi fattori, come la frequenza di utilizzo dell’apparecchio e il tipo di detersivo che viene utilizzato. In generale, però, è consigliabile pulire la lavatrice almeno una volta al mese per garantire che funzioni in modo efficiente e per evitare accumuli di detersivo o altre sostanze che possono ostacolare il lavaggio.

Se utilizzi la lavatrice molto spesso o se vivi in un’area con acqua particolarmente dura, potrebbe essere necessario pulirla con maggiore frequenza. Inoltre, se noti che i tuoi vestiti non si lavano bene o se c’è un cattivo odore proveniente dall’apparecchio, potrebbe essere il segnale che è arrivato il momento di eseguire una pulizia della lavatrice.

In ogni caso, ti consigliamo di fare riferimento alle istruzioni del produttore per conoscere le raccomandazioni specifiche per la tua lavatrice.

RIMEDI NATURALI PER LA PULIZIA DELLA LAVATRICE

Occuparsi della pulizia di questo elettrodomestico senza ricorrere all’uso di detergenti chimici oltre ad essere possibile è anche consigliabile, per i suoi numerosi vantaggi in termini di praticità ed economicità, oltre che di attenzione nei confronti dell’ambiente. Ma quali sono i rimedi per prendersi cura della lavatrice in modo naturale e senza detersivi?

Ecco alcuni suggerimenti per procedere alla pulizia dei principali componenti dalla lavatrice, utilizzando sostanze di uso quotidiano, facilmente reperibili ed economiche.

pulire la lavatrice

COME PULIRE IL CESTELLO DELLA LAVATRICE CON ACETO O LIMONE

Per pulire e disinfettare il cestello della lavatrice e prevenire la formazione di cattivi odori, è bene fare un lavaggio a vuoto ad alte temperature (si consigliano 60-90 gradi). Al posto del normale detersivo, vi suggeriamo di aggiungere nella vaschetta due bicchieri di aceto o di succo di limone. Non utilizzare miscele di aceto e bicarbonato, oppure di limone e bicarbonato, perché non funzionano. Infatti, i due prodotti si annullano a vicenda e riducono l’effetto pulente di ognuno.

Aceto e Limone sono due sostanze acide, che per loro natura sono indicate a rimuovere i depositi di calcare e i residui di detersivo presenti nel cestello. In questo modo rendono il bucato immediatamente più fresco e profumato ed allungano la vita della vostra lavatrice.

Se ti stavi chiedendo come disinfettare la lavatrice o come igienizzare la lavatrice, la soluzione migliore è utilizzare una miscela di acqua calda e aceto bianco. Andrà benissimo sia per le parti interne sia per le parti esterne della lavatrice.

Una particolarità. L’aceto bianco, in particolare quello di mele, se utilizzato in giuste dosi ha anche effetti benefici sull’organismo. Tenete sempre una bottiglia a disposizione nella vostra dispensa.

COME PULIRE LA GUARNIZIONE DELLA LAVATRICE

La guarnizione è la parte della lavatrice più soggetta alla formazione della muffa, depositi di detersivo e all’accumulo di capelli o piccoli oggetti. La sua pulizia dovrebbe essere fatta con frequenza settimanale per essere sicuri di avere sempre un bucato perfettamente pulito e soprattutto per non avere problemi di salute relativi alla muffa.

Per pulire la guarnizione della lavatrice, puoi seguire questi semplici passaggi:

  1. Rimuovi tutti i detriti dalla guarnizione, come capelli o piccoli oggetti.
  2. Mescola una soluzione di acqua calda e detergente per pulire la guarnizione. Puoi utilizzare anche una miscela di acqua calda e bicarbonato di sodio oppure una soluzione composta da 2 litri d’acqua, il succo di 2 limoni e mezzo bicchiere di acqua ossigenata. In questo caso, versa la soluzione in uno spruzzino e procedi a spruzzarla su tutta la superficie della guarnizione (non solo la parte dove è presente la muffa).
  3. Utilizza una spazzola o una spugna per rimuovere accuratamente lo sporco e i residui di detersivo dalla guarnizione. Assicurati di raggiungere ogni angolo e piega.
  4. Risciacqua accuratamente la guarnizione con acqua calda per rimuovere ogni traccia di detergente.
  5. Asciuga la guarnizione con un panno asciutto prima di chiudere la porta della lavatrice.

In ogni caso, ti consigliamo di fare riferimento alle istruzioni del produttore per conoscere le raccomandazioni specifiche per la tua lavatrice. La guarnizione può essere delicata e richiedere una pulizia leggera per evitare danni.

pulire la lavatrice

COME PULIRE IL FILTRO DELLA LAVATRICE CON ACQUA, ACETO E SALE GROSSO

Il filtro è la parte della lavatrice che richiede una manutenzione meno cadenzata, ma non per questo tralasciabile. Si consiglia di procedere alla pulizia di questa parte dell’elettrodomestico una volta ogni tre mesi.

Prima di compiere questa operazione bisogna staccare la spina della lavatrice. È necessario poi estrarre il filtro. Si suggerisce di armarsi di una bacinella da posizionare in prossimità dello sportellino per raccogliere l’acqua in uscita.

Procedere all’estrazione e mettere il filtro sotto il getto d’acqua del rubinetto, in modo da ripulirlo da tutte le impurità presenti. Dopodiché, lasciarlo in ammollo in una soluzione di acqua e aceto per almeno un’ora per vederlo tornare come nuovo.

Se non si avesse aceto a a portata di mano, si potrebbe procedere alla pulizia del filtro versando un chilogrammo di sale grosso nel cestello della lavatrice in aggiunta a 150 gr di bicarbonato. Procedere poi all’avvio di una lavatrice a 60 gradi. Prima che la lavatrice scarichi l’acqua, sospendere il lavaggio per almeno mezz’ora. Dopodiché farla ripartire per riprendere il lavaggio. Se si predilige quest’ultima tipologia di intervento, si consiglia di effettuarla almeno una volta al mese.

COME PULIRE LA VASCHETTA DELLA LAVATRICE CON ACQUA E BICARBONATO

I residui di ammorbidente e detersivo spesso si solidificano, incrostando la vaschetta della lavatrice. Per la pulizia di questa componente rimovibile dell’elettrodomestico si consiglia di smontarla e di metterla a bagno in una bacinella colma di acqua calda con tre cucchiai di bicarbonato. Lasciarla in ammollo per almeno 20 minuti. Si può utilizzare uno spazzolino da denti per eliminare le incrostazioni più dure. Questa soluzione avrà un effetto sbiancante sulla vaschetta.

COME RIMUOVERE IL CALCARE DALLA LAVATRICE

Il calcare si forma nella lavatrice a causa della presenza di calcio e magnesio nell’acqua del rubinetto. Quando l’acqua viene riscaldata durante il lavaggio, questi minerali si depositano sulla superficie delle parti interne della lavatrice, formando il calcare.

Il calcare può anche formarsi a causa dell’utilizzo di detersivi in polvere che non sono stati completamente sciolti. Se il detersivo in polvere non si dissolve completamente, può lasciare depositi di calcio e magnesio sulla lavatrice.

Il calcare può causare problemi alle lavatrici, come l’aumento del tempo di lavaggio, l’aumento dei consumi energetici e la riduzione dell’efficienza del lavaggio. È importante rimuovere il calcare regolarmente per garantire che la lavatrice funzioni al meglio.

Per evitare la formazione di depositi di calcare, il consiglio è quello di procedere a un lavaggio con aceto, in modo da pulire i tubi e i condotti interni della lavatrice. L’aceto, in quanto acido, scioglie il calcare depositato e preserva il vostro elettrodomestico dall’invecchiamento precoce e da possibili guasti.

È consigliato fare un lavaggio a vuoto con aceto una volta al mese.

DESIDERI PRODOTTI DI FIDUCIA?

Hai bisogno di prodotti di cui fidarti al 100%, in caso aceto bianco e limone non facciano per te? Non preoccuparti. Ecco i nostri consigli per una pulizia perfetta della lavatrice!

Vuoi Modificare? Effettua il Login o Registrati!

Categorie