sabato, Aprile 20, 2024

Scrivi un articolo

Come pulire il frigorifero

Tra gli elettrodomestici, il frigorifero è uno di quelli che richiede più pazienza, quando si tratta di pulizie. Però è importante prendersene cura. Sia per una questione di igiene di chi lo usa, sia per una buona manutenzione del frigorifero. È bene pulirlo con regolarità. Così facendo, si evita che si creino muffe o sgradevoli odori di cibo andato a male. Dunque, come pulire il frigorifero? I metodi sono vari, ma ecco il primo consiglio: munisciti di tante, tantissime bacinelle.

COME PULIRE UN FRIGORIFERO DALL’INIZIO

Solitamente, si pulisce il frigorifero in quel periodo del mese in cui c’è poco cibo. In questo modo, svuotare i ripiani del frigorifero non richiederà molto tempo. Inoltre, si può sfruttare questo momento per controllare le date di scadenza dei cibi e liberarsi dei prodotti andati a male. I cibi vanno messi al fresco, in borse frigo, poi bisogna staccare la spina del frigorifero. A questo punto, è importante ricordarsi di mettere una bacinella davanti all’elettrodomestico, in modo che raccolga tutta l’acqua che uscirà durante la pulizia.

Bisogna poi passare a sbrinare il frigorifero. L’accumulo di ghiaccio può arrivare a richiedere un fabbisogno di energia a volte fino anche al 20% in più del normale. Alcuni frigo hanno già un sistema No Frost al proprio interno e questa cosa permette di saltare il passaggio. Altrimenti, si può procedere allo sbrinamento.

Per velocizzare il processo, si possono posizionare bacinelle di acqua calda all’interno dell’elettrodomestico, stando attenti a raccogliere tutta l’acqua che si scioglie dalle pareti nella bacinella disposta davanti al frigo. Se lo sbrinamento impiega ancora troppo tempo, si possono passare dei panni imbevuti di acqua calda sulle pareti interne del frigorifero.

come pulire il frigorifero

I DETTAGLI

Una volta spento il frigorifero e fatta sciogliere l’acqua, si devono estrarre i ripiani e i cassetti. Bisogna metterli a lavare, o in alternativa si possono pulire con una miscela fatta da acqua, bicarbonato e limone. In questo modo si elimineranno sporcizia e cattivi odori. Eventualmente, se ci sono tracce di muffa, si può utilizzare l’aceto bianco miscelato con acqua per rimuoverle, o altri metodi naturali che verranno elencati successivamente.

PREVENIRE GLI ODORI

cattivi odori rischiano di rovinare il cibo contenuto nel frigorifero. Per prevenirli, si possono usare un paio di trucchi. Il primo è mettere qualche fetta di limone sui ripiani, così che catturi gli odori e dia un buon profumo di fresco. Bisogna stare attenti a non lasciare le fette più di una settimana, però, o muffiranno e da alleate diventeranno terribili nemiche del tuo frigorifero.

Un secondo trucco è sbucciare una patata, metterla su un piattino e lasciarla in frigo per una notte. In questo modo, catturerà gli odori.

Un altro trucco infallibile? Dopo aver fatto il caffè, prendi i fondi e mettili in una ciotolina in frigo. Oltre ad essere ottimi per fertilizzare, i fondi di caffè catturano anche i cattivi odori. Infatti, si possono anche strofinare sulle mani dopo aver tagliato e pulito il pesce. A prova di cattivo odore!

Se desideri non solo togliere i cattivi odori, ma anche dare un buon profumo all’interno del tuo frigorifero, ecco un consiglio. Prendi metà limone, oppure metà arancia, e infilza la buccia con i chiodi di garofano. Questo mix di elementi cattura i cattivi odori e dà allo stesso tempo un buon profumo al tuo frigorifero.

COME PULIRE IL FRIGORIFERO CON METODI NATURALI

UN MUST: PULIRE IL FRIGO CON L’ACETO

Uno dei metodi più diffusi è quello che prevede l’uso di aceto. Si tratta di uno di quei prodotti naturali multiuso, utili da avere sempre in casa.

Infatti, l’aceto bianco smacchia, deterge ed è anticalcare. Oltre a ciò, toglie anche i cattivi odori. Per questo motivo è spesso utilizzato nelle pulizie casalinghe. Per quanto riguarda il frigorifero, bisogna munirsi di una spugnetta non abrasiva, o in alternativa anche di un panno. La soluzione da usare va composta con due bicchieri di aceto bianco in una bacinella di acqua calda. La spugna va immersa e poi strizzata. Dopo bisogna passarla sulle pareti interne del frigorifero, prestando attenzione agli angoli. In caso lo sporco rimanga accumulato in modo ostinato si può usare un vecchio spazzolino, immerso nella soluzione e strofinato negli spigoli.

Dopo aver fatto ciò, bisogna bagnare e strizzare un panno in acqua tiepida e ripassarlo sulle pareti interne. Infine, bisogna lasciar asciugare.

USARE IL RISO NELLA PULIZIA DEL FRIGORIFERO

Oltre ad usarlo per preparare incredibili risotti e timballi al forno, il riso è un ottimo alleato per pulire il frigorifero. Basta prendere una manciata di chicchi crudi e strofinarli con delicatezza sulle pareti. In questo modo si riescono a scrostare anche le parti più sporche. In alternativa, si può lasciar ammorbidire due giorni in acqua, usando successivamente il liquido ottenuto sulle pareti. È importantissimo risciacquare bene subito dopo, ma il risultato è garantito. Infatti, il riso è ottimo anche per togliere i cattivi odori.

come pulire il frigorifero

SAPONE DI MARSIGLIA: ANTIBATTERICO PER LA PULIZIA DEL FRIGO

Ecco un altro “must have” nella cassetta del Pronto Intervento Pulizie. Purifica ed è un antibatterico naturale. Basta scioglierne qualche scaglia nell’acqua calda e usare la miscela per pulire le pareti, sempre con il tuo fidato panno. Per un tocco in più, si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale al limone, che dà freschezza e profuma il frigorifero.

PULIRE IL FRIGORIFERO CON IL BICARBONATO

Un altro intramontabile, versatile e utilissimo. Toglie i cattivi odori, si usa per lavare i vestiti, per sbiancare i denti, come digestivo e nelle ricette di dolci. È ovunque, come il prezzemolo, solo che è meglio. Per quanto riguarda il frigorifero, basta miscelarne un po’ nell’acqua e usare questa soluzione per pulire pareti interne ed esterne con un panno.

Se ci sono incrostazioni particolari o macchie di muffa, si può creare una pasta più densa. Bisogna usare tre parti di bicarbonato e una di acqua. Dopodiché, si prende questa pasta e la si deve strofinare sui punti critici con lo spazzolino citato sopra, e il gioco è fatto. Anche in questo caso è bene risciacquare il tutto con una spugna umida di acqua, lasciando poi asciugare.

COME PULIRE IL FRIGO CON IL DETERSIVO PER PIATTI

È un metodo che talvolta è un po’ meno naturale degli altri, ma comunque valido. E dopotutto, bene o male, si ha sempre del detersivo per i piatti in casa. Ancor meglio se il detersivo è delicato ed ecologico.

Bisogna usare il detersivo mescolato ad un po’ di acqua e passarlo sulle pareti del frigorifero. Bisogna anche in questo caso risciacquare e lasciar asciugare.

COME USARE IL LIMONE PER PULIRE IL FRIGORIFERO

Già citato prima, è ottimo per togliere gli odori e per dare un senso di freschezza, in caso i pochi gradi del frigorifero già non bastassero. È un disinfettante naturale. Basta mescolare un po’ di succo di limone in acqua e pulire le pareti con il panno. Poi, come già detto, per prevenire gli odori si possono lasciare delle fettine di limone in giro, per non più di una settimana.

Dopo aver sbrinato e pulito a fondo il frigorifero, potrete tornare a riempirlo di cibi.

E per ultima cosa, ricordatevi di riaccenderlo.

CONSIGLI FINALI

Vuoi avere la certezza che il tuo frigorifero sia pulito da cima a fondo? Scegli tra questi tre consigli per una pulizia veloce ed efficace!

Vuoi Modificare? Effettua il Login o Registrati!

Categorie