giovedì, Maggio 30, 2024

Scrivi un articolo

Come pulire il forno

Pulire il forno è un dei lavori più faticosi quando si decide di pulire la cucina. Certo, anche togliere il ghiaccio dal frigorifero e dal freezer richiede impegno. Ma il forno è una vera sfida. Raccoglie cattivi odori, macchie di cibo e incrostazioni…

Ecco qualche consiglio per rendere la pulizia del forno più facile e meno impegnativa.

PULIRE IL FORNO CON METODI NATURALI

La prima cosa da fare è agire in sicurezza. Infatti, il forno presenta i suoi rischi, così come anche i fornelli e in generale gli elettrodomestici.

  1. Prima di tutto, è bene far prendere aria all’ambiente. In questo modo, non avrai problemi con l’odore dei detersivi. Inoltre, il forno si asciugherà più facilmente.
  2. Il secondo passaggio è controllare che il forno sia spento e freddo o almeno tiepido, anche se le macchie di cibo calde potrebbero sembrare più facili da togliere. Il forno caldo potrebbe provocare ustioni o creare reazioni indesiderate con i prodotti che si usano.
  3. Il terzo, naturalmente, è svuotarlo. Anche le griglie e le teglie vanno pulite, ma è un procedimento che si può fare a parte. Così facendo avrai completo accesso alle superfici del forno, senza niente che ti intralci.
  4. Infine, è bene usare dei guanti protettivi di gomma. In questo modo, non ti sporcherai né con le macchie di cibo, né con i prodotti che utilizzerai.

La prima pulizia da effettuare è quella generale. È bene passare uno scopettino o un panno morbido all’interno del forno per togliere tutte le briciole superficiali e facilmente rimovibili.

USARE L’ACETO PER LA PULIZIA DEL FORNO

Uno dei prodotti naturali per le pulizie che non possono mai mancare in casa è l’aceto. Si usa spesso per togliere gli odori, anche nel caso del frigorifero e del freezer. È preferibile l’aceto bianco, ma anche quello rosso e di mele vanno ugualmente bene. Il procedimento è semplice. Basta usare:

  • 1 parte di acqua
  • 3 parti di aceto

Versare il tutto in una teglia con i bordi alti e infornare a 180° per una mezz’ora circa. In questo modo, l’aceto farà il suo effetto, togliendo gli odori. Passata la mezz’ora, bisogna spegnere il forno e aprirlo per far raffreddare. A questo punto, si può togliere la teglia e strofinare un panno umido sulle pareti del forno, sfruttando l’effetto di acqua e aceto. Si può usare anche una spugna e si può pulire anche il vetro interno del forno.

COME OCCUPARSI DELLA PULIZIA DEL FORNO CON IL SALE GROSSO

Per quanto riguarda il sale, il procedimento è simile. Viene usato principalmente per macchie specifiche di unto e di sporco. Per questo procedimento, sono necessarie:

  • 1 parte di sale grosso
  • 2 parti di acqua

Quindi possono essere, ad esempio, 250 grammi di sale grosso sciolti in mezzo litro d’acqua. Bisogna mescolare fino ad ottenere una pasta omogenea. Questa si applica sulle tracce di bruciato e sulle incrostazioni interne al forno. È utile, ma non necessario, che il forno sia ancora leggermente tiepido. Il calore rimanente, anche se poco, aiuta a sciogliere le macchie di sporco e grasso.

Bisogna lasciar agire questa pasta per circa un quarto d’ora prima di rimuovere la pasta, poi pulire con un panno.

pulire il forno

BICARBONATO

Si può creare una pasta simile usando il bicarbonato, usando proporzioni e tempi diversi. Gli ingredienti sono questi:

  • Una tazza di bicarbonato
  • Una tazza di acqua
  • Una tazza di sale

Bisogna mescolare fino a quando si ottiene una pasta. Anche questa si deve applicare sulle pareti del forno, in particolare sulle macchie. Va lasciata agire per circa un’ora. A quel punto si può rimuovere con una spugna, delicatamente, o un panno umido. Infine, si tolgono i residui e si deve lasciar asciugare.

Per pulizie più leggere e meno profonde, si può sfruttare il bicarbonato in altro modo. Si può creare una miscela di acqua tiepida e bicarbonato. Poi basta impregnare una spugna con il risultato e passarla sulle pareti interne del forno freddo.

SUCCO DI LIMONE

Anche il limone è un ottimo rimedio naturale per sgrassare e togliere i cattivi odori. Un forno sporco potrebbe fare cattivo odore in cucina e anche compromettere il sapore degli altri cibi cotti al suo interno. Il limone rimuove i cattivi odori e dà anche un profumo di fresco e pulito al forno. Le proporzioni per la miscela da usare sono queste:

  • 3 parti di limone
  • 1 parte di acqua

Una volta mescolate le parti, si può usare un panno morbido da impregnare e passare su tutte le superfici interne del forno, comprese le griglie. Successivamente, bisogna far asciugare il forno all’aria.

Questa miscela si può usare anche in un altro modo. Basta versarla in una teglia dai bordi alti e infornarla a 180°. Va lasciata in forno circa mezz’ora, in modo che evapori e agisca sulle pareti interne. Una volta passato il tempo, bisogna lasciar raffreddare e pulire con un panno.

Se le macchie sono particolarmente ostinate, si può tagliare mezzo limone e strofinarlo direttamente sui punti più incrostati.

RICETTE PER LO SGRASSATORE FATTO IN CASA

Desideri un elenco più nel dettaglio di ricette per lo sgrassatore fai da te, con ingredienti che hai in casa? Approfondisci qui!

ATTENZIONE AI DETTAGLI

È importante pulire anche il vetro, in modo da poter vedere bene ciò che si cucina. Tutti i metodi precedenti sono validi. È consigliabile usare un panno per pulirlo, in modo da non graffiarlo. Bisogna occuparsi anche delle teglie e delle griglie. Le teglie che vengono usate per contenere le miscele descritte sopra saranno già in parte pulite, ma si può sempre usare spugnetta e sapone per una seconda passata. Bisogna prestare attenzione anche a pulire la griglia.

La regola ferrea, in ogni caso, è una. Più si pulisce, meno si fatica. Infatti, dare una passata leggera al forno a fine di ogni cottura significa evitare di ritrovarsi strati e strati di incrostazioni ostinate, ma anche la diffusione di cattivi odori e l’alterazione dei sapori dei cibi che cucinerai successivamente.

pulire il forno

LA PULIZIA DEL FORNO A MICROONDE

È importante pulire con frequenza anche il forno a microonde. Infatti, usiamo questo elettrodomestico quotidianamente, per riscaldare cibo, scongelarlo, cuocerlo. Anche in questo caso valgono le soluzioni naturali descritte sopra.

Per la parte esterna, ad esempio, si può sciogliere un cucchiaio di bicarbonato in una tazza d’acqua. Poi basta prendere un panno, immergerlo e usarlo per pulire le superfici. Per la parte interna, il sistema è simile a quello del forno. Bisogna riempire una tazza di acqua e aggiungere quattro cucchiai di aceto bianco oppure di succo di limone. Bisogna mettere la tazza a riscaldare alla massima potenza per cinque minuti. Una volta finito, bisogna togliere la tazza e il piatto del microonde, pulendo gli interni dell’elettrodomestico con un panno o una spugna.

Se vuoi saperne di più su tutti i consigli per una pulizia approfondita del forno a microonde, dai un’occhiata a questo articolo!

ALTRI CONSIGLI PER LA PULIZIA DEL FORNO

A volte non abbiamo gli ingredienti sopra elencati in casa. Altre volte non abbiamo semplicemente tempo. Per risparmiarne, ecco tre prodotti utili ed efficaci per una perfetta pulizia del forno, che lo sgrassino e tolgano i cattivi odori:

Vuoi Modificare? Effettua il Login o Registrati!

Categorie