giovedì, Maggio 30, 2024

Scrivi un articolo

Come pulire i termosifoni

Pulire i termosifoni è un’operazione fondamentale per mantenere l’aria della propria abitazione salubre.

È bene procedere alla pulizia dei propri caloriferi con una certa frequenza principalmente per due ordini di ragioni.

  1. Innanzitutto, la polvere generata da questi impianti peggiora la qualità dell’aria.
  2. In secondo luogo, un radiatore non pulito consuma di più e rende meno in termini di efficienza, risultando così carente dal punto di vista delle sue funzionalità.

Risulta quindi essenziale una manutenzione periodica del proprio impianto di riscaldamento per garantire una performance ottimale dello stesso.

QUANDO PULIRE I TERMOSIFONI

Soggetti all’accumulo di polvere e sporcizia in ogni stagione, i termosifoni devono essere puliti durante tutto l’arco dell’anno.

Si consiglia una pulizia quotidiana o settimanale per la rimozione della polvere. Si suggerisce invece una pulizia semestrale, in primavera e in autunno, per l’eliminazione dello sporco più difficile.

pulire i termosifoni

PULIZIA QUOTIDIANA DEI CALORIFERI

Il primo passaggio per effettuare una pulizia completa dei termosifoni è la rimozione della polvere.

È possibile procedere utilizzando un piumino o una spazzola cattura polvere. Esistono tuttavia anche alcune valide alternative che permettono una pulizia più profonda.

RIMUOVERE LA POLVERE CON L’ASPIRAPOLVERE

Tra i possibili modi per rimuovere la polvere dal proprio calorifero, si può utilizzare l’aspirapolvere per cercare di eliminare quanta più polvere possibile.

Con gli accessori giusti dell’aspirapolvere si potrebbe riuscire a pulire in mezzo agli elementi e sotto lo sfiato del termosifone.

RIMUOVERE LA POLVERE CON IL PHON

Un modo davvero semplice per rimuovere la polvere all’interno e lungo la parte posteriore dei propri termosifoni è ricorrere all’utilizzo dell’asciugacapelli.

Si consiglia di cominciare posizionando un telo sul pavimento che andrà a raccogliere la polvere. Dopodiché, basta direzionare l’erogatore dell’asciugacapelli nelle fessure e nelle scanalature del calorifero e azionarlo alla massima potenza.

Questo aiuterà a rimuovere la polvere residua dagli spazi più difficili da raggiungere.

RIMUOVERE LA POLVERE CON IL VAPORE

Un’altra soluzione estremamente efficace è utilizzare il vapore. Il vapore non solo rimuove la polvere, pulisce e igienizza il calorifero, ma aiuta a prevenire la ruggine e funziona da antimuffa.

È bene usare un pulitore a vapore con beccuccio stretto per agire sulla superficie totale del termosifone.

A procedura ultimata è fondamentale asciugare con un panno in cotone.

LAVARE I TERMOSIFONI

Una volta rimossa la polvere, si può passare al lavaggio dei termosifoni.

Per una pulizia quotidiana si suggerisce di preparare una miscela a base di acqua tiepida e sapone di Marsiglia. Con una spugnetta o un panno morbido passare la soluzione con energia su tutto il termosifone. Lasciare poi agire qualche minuto. Risciacquare e infine asciugare.

Vuoi conoscere tutte le ricette per sgrassatori da fare in casa con ingredienti semplici e naturali? Approfondisci qui!

pulire i termosifoni

PULIZIA PROFONDA DEI TERMOSIFONI

Esistono differenti tecniche, strumenti ed iter per procedere a una pulizia profonda del proprio sistema di riscaldamento.

Innanzitutto, è bene effettuare questo tipo di pulizia nelle stagioni primaverili ed autunnali, periodi durante i quali non si ricorre di norma all’utilizzo dei caloriferi. Questo perché è fondamentale procedere a termosifoni spenti e freddi.

Una pulizia profonda dei termosifoni, oltre che per detergere ed igienizzare, serve per evitare qualunque tipo di malfunzionamento dovuto all’incuria.

IGIENIZZARE I TERMOSIFONI

Il miglior rimedio per pulire a fondo e igienizzare i termosifoni della propria casa, è quello di lavarli con acqua, aceto e alcool.

Si suggerisce in questo caso di iniziare proteggendo il pavimento e i mobili circostanti. Dopodiché, procedere versando in un secchio un litro di acqua, mezzo bicchiere di alcool e mezzo bicchiere di aceto bianco. Ottenuta la soluzione cospargere il calorifero in questione (ci si può aiutare anche con un dosatore spray). A operazione ultimata, sciacquare e asciugare con un panno di cotone.

RIMUOVERE LA RUGGINE DAI CALORIFERI

Talvolta può capitare che una piccola perdita d’acqua tra le giunture sia causa della formazione di ruggine nei termosifoni.

È possibile eliminare queste piccole tracce di ruggine utilizzando qualcosa di abrasivo, come la carta vetrata o le spazzole a setole metalliche.

Dopo aver rimosso la ruggine, bisogna cospargere la zona interessata di antiruggine, in modo da prevenirne la comparsa in futuro, e lasciare agire per almeno mezz’ora. Terminato il tempo di attesa, strofinare con una spugna umida.

Concluso questo passaggio, si consiglia di passare sul calorifero della cera d’api precedentemente sciolta a bagnomaria, aiutandosi con un pennello a setole morbide.

Infine terminare l’operazione procedendo a una nuova verniciatura, se necessaria, per eliminare ogni traccia.

SBIANCARE I CALORIFERI INGIALLITI

Con il passare del tempo, i termosifoni se non puliti adeguatamente tendono inevitabilmente ad ingiallire. Tra le cause che determinano l’ingiallimento dei caloriferi vi sono: il calore, la nicotina, conseguenza del fumo di sigaretta e lo sporco accumulato.

È possibile agire tempestivamente sulle prime macchie e i primi segni di ingiallimento pulendo la superficie con acqua e candeggina oppure con bicarbonato di sodio.

Se il calorifero al contrario risulta essere già parecchio ingiallito, si può procedere alla rimozione della vecchia vernice con il supporto di carta vetrata o attrezzi appositi.

ELIMINARE I BAFFI SUI MURI

Tra i vari problemi causati dai termosifoni, ci sono le antiestetiche macchie sui muri che ricordano dei baffi neri: si tratta di polvere condensata dal calore che sale verso l’alto.

In questo caso, una spugna imbevuta solamente in acqua non basterà, anzi, si potrebbe addirittura rischiare di sporcare ulteriormente il muro allargando la macchia.

La soluzione più adatta quando i muri presentano delle macchie di polvere condensata, è quella di utilizzare una miscela a base di acqua tiepida e scaglie di sapone di Marsiglia. Una volta ottenuto un composto fluido, bisogna procedere imbevendo un panno e strofinando delicatamente sulla parte scura. Successivamente, per eliminare ogni residuo di sapone, concludere passando una spugnetta umida.

RIMUOVERE LE BOLLE D’ARIA DAI CALORIFERI

Talvolta può capitare che i caloriferi presentino dei problemi a scaldarsi. La causa può essere la formazione delle cosiddette bolle d’aria, che impediscono la corretta circolazione dell’acqua calda.

Per porre rimedio al problema, sarà sufficiente aprire la valvola di sfiato e far fluire l’acqua all’esterno: la sua fuoriuscita liberà i termosifoni anche da possibili bolle d’aria.

PULIRE LE VALVOLE E LA VASCHETTA

Per concludere la pulizia totale del proprio sistema di riscaldamento, è bene non dimenticare di eliminare polvere e sporco anche dalle valvole e da ogni componente metallica. Per quest’ultima si può procedere con una soluzione di acqua e aceto. Per quanto riguarda le vaschette, al fine di sgrassarle adeguatamente, si può procedere immergendole in una miscela di acqua, bicarbonato e limone.

ALTRI CONSIGLI

Non hai tempo o materiali per queste pulizie? Non preoccuparti, abbiamo dei consigli anche in questo caso. Ecco tre tra i must have da tenere sempre in casa per avere i termosifoni sempre puliti!

Vuoi Modificare? Effettua il Login o Registrati!

Categorie